Home Attualità PNRR COSA SI PUÒ FARE PER CEGLIE? I RISULTATI DEL CONVEGNO DI RADICI D’IMPEGNO

PNRR COSA SI PUÒ FARE PER CEGLIE? I RISULTATI DEL CONVEGNO DI RADICI D’IMPEGNO

da Redazione
0 commento 559 visite

Ceglie è bella.

E’ questa indiscutibilmente la certezza che emerge dall’incontro tenutosi sabato 9 aprile presso la Sala conferenze dell’Imiel, organizzata dal movimento politico/ culturale Radici di Impegno. Incontro che aveva l’obiettivo di focalizzare l’attenzione su alcuni punti della città che a nostro parere avrebbero bisogno di essere riqualificati o strutturati in maniera tale da avere una finalità di sviluppo non soltanto turistica ma anche in termini di qualità della vita degli abitanti, cercando di capire con un tecnico cosa può fare il PNRR per Ceglie Messapica e soprattutto come si devono utilizzare le opportunità che il PNRR ci offre.

Il prof. Arch. Sandro Tafuro, Ricercatore presso la Facoltà di Architettura di Napoli, per l’insegnamento Teorie delle Strutture, dopo una breve introduzione del tema dell’incontro, ha chiaramente detto che a Ceglie Messapica manca un piano strutturale strategico. Un Comune che vuole avviare un pianto di riqualificazione del territorio deve avere un sistema informatico del territorio, un ufficio di piano e di PNRR, ma soprattutto un PSSO.

Il piano strutturale strategico è lo strumento necessario per individuare i temi sui quali poter sviluppare alcune aree della città e quindi sviluppare quei temi intorno al quale porre in essere strategie per il futuro, anche in termini di occupazione.

Con un piano strutturale strategico potrebbero essere individuate quelle aree che potrebbero diventare un parco tematico archeologico, un parco della salute/ sanitario, un parco dello sport.

Ma a Ceglie le risorse del PNRR potrebbero essere anche utilizzate per lo sviluppo della agricoltura che sino ad oggi ha visto la coltivazione solo di alcuni tipi di colture, collegate esclusivamente ai cicli stagionali, mentre altre che necessitano di importanti risorse idriche non sono state sviluppate. Il PNRR potrebbe permettere di attivare delle strategie per lo sviluppo e la raccolta delle risorse idriche.

Invero durante l’incontro è emerso che Ceglie Messapica ha infinite possibilità di sviluppo, ma prima di tutto è necessario che la Politica abbia una idea. E’ la Politica che sceglie i temi di sviluppo e dopo averli individuati può dare incarico al tecnico che sarà il redattore del progetto.

Al momento non risulta che la Politica a Ceglie Messapica abbia deciso di istituire un ufficio di piano o delegato dei tecnici per lo sviluppo di progetti per attingere alle risorse del PNRR. A monte vi deve essere un efficientamento della macchina amministrativa, attraverso la riqualificazione e specializzazione dei dipendenti pubblici, e un ampliamento dei servizi che devono migliorare il rapporto tra le periferie e il centro.

Come movimento politico di opposizione possiamo solo lanciare delle proposte, è nelle mani della maggioranza la scelta della direzione da prendere.

Condivi la notizia

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

CeglieOggi – redazione@ceglieoggi.it


Direttore Responsabile ed  Editoriale: Ivano Rolli  

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND