PALMISANO INCONTRA PASQUALONE. NON CHIUDE L’OSPEDALE DI COMUNITÀ

Buone notizie per la nostra città: L’Ospedale di Comunità non chiude e sarà potenziato. Riqualificazione e nuovi servizi per la nostra struttura ospedaliera.

Nella mattinata di oggi il Sindaco Angelo Palmisano ed il Consigliere Cataldo Rodio hanno incontrato presso la sede Asl di Brindisi il Direttore Generale della ASL Br dott. Giuseppe Pasqualone.
Si è trattato di un incontro molto proficuo riguardante il tema del riordino dei servizi per i cittadini.
L’Ospedale di Comunità presso il nostro presidio ospedaliero non chiuderà.
A breve la Comunità alloggio per disabili psichici, attualmente a Cisternino, verrà allocata provvisoriamente presso la struttura ex CIM di via Sant’Antonio Abate in attesa di essere trasferita presso il PTA di Ceglie Messapica.
Altrettanto provvisoriamente il nostro Ospedale di Comunità rimarrà presso gli attuali locali in previsione di un trasferimento definitivo presso il 5^ piano della struttura ospedaliere al termine dei lavori di ristrutturazione. In occasione del prossimo trasferimento al 5^ piano l’Ospedale di Comunità sarà anche potenziato con l’aggiunta di ulteriori posti letto.
Stanno partendo anche gli importanti lavori di ristrutturazione esterna dell’ospedale cegliese che ridaranno decoro e sicurezza alla struttura.
È pronto anche il permesso a costruire e, quindi, presto si avvieranno anche i lavori per la realizzazione del Centro Risvegli.
Si ringraziano, pertanto, il dott. Giuseppe Pasqualone, Direttore Generale della ASL, il dott. Stefano Termite, Direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica della ASL e il dott. Domenico Suma, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale per l’attenzione verso il nostro territorio e per il potenziamento dei servizi sanitari per i cittadini. La collaborazione e la sinergia tra le istituzioni portano sempre buoni frutti. Il Sindaco Angelo Palmisano

Condivi la notizia
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *