Home Cronaca La “gelosia” accende la miccia, 23enne avvicinato e picchiato dal “branco” in centro

La “gelosia” accende la miccia, 23enne avvicinato e picchiato dal “branco” in centro

Brutto episodio accaduto domenica intorno alle 4 in via Orto Nannavecchia. La famiglia ha sporto denuncia ai Carabinieri

da Redazione
0 commento 6.722 visite

CEGLIE MESSAPICA – Tutto sarebbe partito da motivi di “gelosia” per una ragazzina “contesa”. Tanto è bastato per picchiare un malcapitato ragazzo in pieno centro a Ceglie Messapica. Una vera e propria spedizione punitiva ai danni di un 23enne di Ceglie che, molto probabilmente, dovrà subire un delicato intervento per i traumi facciali riportati. I fatti si sono verificati domenica mattina intorno alle 4 in via Orto Nannavecchia, a due passi da Piazza Plebiscito. Secondo una prima ricostruzione del caso, un gruppo di poco più che ventenni di Ceglie Messapica e sembra provenienti, anche da un Comune limitrofo, hanno accerchiato ed aggredito – inveendo pesantemente – il 23enne “colpevole” a quanto pare di frequentare l’ex fidanzata di uno di questi. Pare, inoltre, che fosse presente anche la ragazzina insieme a delle amiche che hanno tentato, invano, di fermare l’aggressione. Lasciato a terra, il 23enne sarebbe stato riaccompagnato a casa proprio dalla ragazza. Il 23enne è stato dapprima portato presso l’ospedale di Ostuni per poi essere trasferito presso il Policlinico di Bari e far ritorno ad Ostuni nelle ore successive. Diversi ed importanti i traumi facciali. Domenica la famiglia ha sporto denuncia presso la stazione Carabinieri di Ceglie che ora stanno indagando per individuare tutti coloro che hanno partecipato all’aggressione.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

CeglieOggi – redazione@ceglieoggi.it


Direttore Responsabile ed  Editoriale: Ivano Rolli  

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2023 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND