Home Cronaca DONNA di 82 ANNI RITROVATA NEL CONGELATORE DI CASA

DONNA di 82 ANNI RITROVATA NEL CONGELATORE DI CASA

Dall'interrogatorio del figlio della donna, A.B. di anni 55, invalido civile, si è appreso che il decesso della donna risalirebbe a non più di una settimana fa. L'uomo, ha raccontato agli inquirenti, ha vigilato la madre per un giorno e poi deposta nel congelatore per la vergogna che i parenti apprendessero della morte della congiunta. Al momento l'uomo e denunciato a piede libero potrebbe rispondere del reato di occultamento di cadavere. 

da Redazione
Pubblicato: Ultimo aggiornamento: 0 commento 1.478 visite
Il corpo di una donna di 82 anni, Maria Prudenza Bellanova, di Ceglie Messapica, è stato ritrovato nel pomeriggio di oggi in un congelatore, dai Carabinieri della stazione di Ceglie con il supporto della Compagnia di San Vito dei Normanni, in una villetta di campagna in contrada Galante Minzella, a pochi metri dalla Masseria Seppunisi.
La donna, madre di un unico figlio di 55 anni, con il quale viveva da qualche anno in questa villetta di campagna,  pare non si vedesse da un bel pò in giro. L’uomo è stato trasportato in caserma per essere ascoltato dai Carabinieri.
Da quanto si è appreso, l’uomo, da circa un anno, impediva ad alcune cugine, figlie di una sorella della donna, giunte sul posto dopo aver appreso la notizia,  di far visita alla zia, rassicurandoli, ogni qualvolta gli veniva chiesto di far visita alla zia o dello stato di salute,   ma tenendoli a distanza, diceva,  al fine di non provocare dolore alla madre nel ricordo della sorella, madre delle due, venuta a mancare un anno fa. E’ proprio i parenti insospettiti pare che abbiamo potuto dare l’allarme ai Carabinieri.
Madre e figlio pare fossero seguiti dai servizi sociali della Città di Ceglie Messapica, presto la loro abitazione si recavano le operatrici di una cooperativa che si occupa di assistenza domiciliare. Ma pare che il servizio da qualche mese fosse stato sospeso in attesa di rinnovo.
Dopo l’ispezione del medico legale, il dott. Nico Urso, e l’autorizzazione del magistrato di turno Gallone, la salma è stata trasportata presso l’obitorio di Francavilla Fontana a disposizione della Procura.
I.R.
AGGIORNAMENTO
Dall’interrogatorio del figlio della donna, A.B. di anni 55, invalido civile, si è appreso che il decesso della donna risalirebbe a non più di una settimana fa. L’uomo, ha raccontato agli inquirenti, ha vigilato la madre per un giorno e poi deposta nel congelatore per la vergogna che i parenti apprendessero della morte della congiunta.
Al momento l’uomo e denunciato a piede libero potrebbe rispondere del reato di occultamento di cadavere.
Condivi la notizia

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

CeglieOggi – redazione@ceglieoggi.it


Direttore Responsabile ed  Editoriale: Ivano Rolli  

Copyright ©2022 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND