INTERVENGONO I VIGILI PER FERMARE DUE RAGAZZI IN PIAZZA

Quei ragazzi non dovrebbero giocare qui. Nessuno controlla quei ragazzi seduti ai piedi della torre. Ci vorrebbero più controlli in piazza.

Quante volte ci è capito di pronunciare o ascoltare queste frasi passando per Piazza Plebiscito riferendosi ai ragazzi che con libertà, non avendo rispetto nè per la pavimentazione tantomeno per le persone, giocavano con il loro skateboard o altri scherzi da ragazzi. Ma questa volta i controlli in piazza sono giunti e i ragazzi non si sono impauriti nemmeno dalla presenza degli agenti della Polizia Locale.

Giunti in Piazza Plebiscito, i due agenti, dopo aver ricevuto una segnalazione, si sono avvicinati ai ragazzini intenti a imitare i campioni olimpionici con il loro skateboard sul piazzale. La reazione dei ragazzini, due in particolare, facendosi forti del resto del gruppo, non è stata di paura nei confronti degli agenti, bensì carichi del tifo dei compagni, che inneggiavano alla loro libertà a svolgere quanto stessero facendo, hanno inveito nei confronti degli agenti rifiutandosi di procedere al riconoscimento presso il locale comando dopo aver convocato i genitori. Gli agenti hanno riscontrato resistenza, in particolar modo verbale, da parte dei ragazzi.

Queste operazioni sono state riprese dal resto del gruppo che hanno fatto diventare virale nella città un piccolo video che mostra gli agenti usare la forza nei confronti dei due ragazzini che non volevano salire in auto. Dal video emerge la reazione dell’agente che non ha resistito alle provocazioni di uno dei ragazzi che continuava, con maleducazione, a provocarlo e strattonare lo skateboard.

I genitori, presentandosi presso il Comando, hanno avuto una reazione molto dura nei confronti dei propri figli per il comportamento scorretto e maleducato e soprattutto per l’atteggiamento mostrato nei confronti degli agenti della Polizia Locale. A differenza di quanti hanno messo in circolazione il video, i genitori dei due minori, non hanno ritenuto lesivo, nei confronti dei loro figli, l’intervento dei vigili. Pertanto non ci sarà alcuna denuncia nei confronti degli agenti.

Per quanto concerne invece l’attività interna al comando, il Comandante Bellanova, ci ha fatto sapere che ha ricostruito l’accaduto con accuratezza, ha comunque provveduto a un richiamo verbale nei confronti del vigile che ha reagito alla provocazione del minore. Nelle prossime ore incontrerà i ragazzi per far comprendere loro il senso della sanzione e della multa.

La Redazione resta a disposizione di eventuali dichiarazioni da parte dei genitori dei ragazzi.

Condivi la notizia
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *