Home Attualità Il generale e il libro omofobo a La Piazza, Vitale: “L’Amministrazione ritiri il finanziamento alla kermesse”

Il generale e il libro omofobo a La Piazza, Vitale: “L’Amministrazione ritiri il finanziamento alla kermesse”

La richiesta da parte della consigliera comunale di "Radici d'Impegno", nonché socia Anpi locale

da Redazione
0 commento 1.041 visite

CEGLIE MESSAPICA – Il generale Roberto Vannacci, autore del libro “Il Mondo al contrario”, che ha generato numerosi polemiche a causa dei contenuti definiti omofobi e razzisti, sarà ospite della kermesse di Affaritaliani “La Piazza – Il bene comune”, domenica 27 agosto a Ceglie Messapica. “Vannacci – informa una nota – salirà sul palco di Ceglie Messapica domenica 27 agosto, aprendo la serata che vede, tra gli altri ospiti, anche i vicepremier Matteo Salvini e Antonio Tajani – rispettivamente anche ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale – e il ministro per gli Affari europei, il sud, le politiche di coesione e il Piano nazionale di ripresa e resilienza, Raffaele Fitto”.

Il generale Vannacci, travolto dalle polemiche sul suo libro in cui esprime opinioni contro gay, femminismo e migranti, è stato sollevato dal comando e non è più a capo dell’Istituto geografico militare dallo scorso 19 agosto.  Lo ha deciso lo Stato Maggiore dell’Esercito che ha nominato al suo posto il generale Massimo Panizzi. Lo stesso ministro della Difesa, Guido Crosetto, aveva dichiarato: “Chi serve il paese guidando pro tempore un’istituzione come la Difesa deve solo limitarsi a mantenere distacco ed applicare le regole e le norme. Nulla più, nulla di meno. Non esistono processi sommari fatti su social o media ma solo leggi e codice dell’ordinamento militare”.  “Le forze armate, cui è consentito, per legge e Costituzione, l’uso della forza, devono operare prive di pregiudizi di ogni tipo (razziali, religiosi, sessuali). Perché tutti devono sentirsi sicuri. Chi indossa una divisa ha le sue opinioni ma se la porta le tiene per sé e la onora”, aveva aggiunto Crosetto.

Sulla questione è intervenuta la consigliera comunale di “Radici d’Impegno”, Isabella Vitale chiedendo -attraverso una richiesta formale indirizzata al sindaco Angelo Palmisano e all’assessore alla Cultura Antonello Laveneziana (che risulta tesserato Anpi) – il ritiro del finanziamento pubblico di 15mila euro che l’Amministrazione Comunale ha elargito agli organizzatori della kermesse “La Piazza”. Gianfranco Pagliarulo, segretario nazionale di Anpi, così aveva dichiarato alcuni giorni fa, chiedendone la destituzione: “Il libro del generale Vannacci è un concentrato di omofobia, razzismo e volgarità di rara violenza verbale che lede l’onore delle Forze Armate verso cui l’intero Paese nutre stima e rispetto.”

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

CeglieOggi – redazione@ceglieoggi.it


Direttore Responsabile ed  Editoriale: Ivano Rolli  

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2023 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND