Home Attualità Battery Game, alla cegliese Madia Scatigna il premio “Ecodesign the future”

Battery Game, alla cegliese Madia Scatigna il premio “Ecodesign the future”

La 25enne è laureata in Design all’Università degli studi di Chieti-Pescara “Gabriele D’Annunzio”

da Redazione
0 commento 1.060 visite

Un totem che opera come raccoglitore di batterie e che, grazie a uno schermo, permette l’interazione con l’utente: è il Battery Game, ideato dalla 25enne cegliese Madia Scatigna, che ha vinto il premio Ecodesign the Future, riconosciuto ai progetti green e circolari per pile, accumulatori e sistemi di ricarica, promosso dal Consorzio Erion Energy in partnership con economiacircolare.com.

Il raccoglitore delle batterie, da semplice strumento per il conferimento, diventa “smart” e punto d’incontro fra cittadini sul territorio: questo il concept dell’innovativo progetto di circolarità della 25enne Madia Scatigna.

Originaria di Ceglie Messapica, Madia è laureata in Design all’Università degli studi di Chieti-Pescara “Gabriele D’Annunzio”. Il suo progetto nasce dalla collaborazione avviata durante il workshop di formazione con Tommaso Battistotti, giovane sviluppatore roveretano. I due vincitori si sono aggiudicati la possibilità di accedere a uno stage formativo.

Il progetto Battery Game è stato scelto da una giuria di esperti per la componente fortemente innovativa, capace di integrare funzionalità e circolarità. Per ogni pila conferita, sul monitor del totem si attiva un gioco a tempo e sulla base del punteggio realizzato è possibile vincere buoni per esperienze culturali e acquisti sostenibili sul territorio.

Il concept è stato sviluppato a partire da un sondaggio realizzato dagli stessi vincitori su un campione di 330 persone i cui risultati hanno rilevato un grosso gap informativo: i cittadini, infatti, non sanno come gestire questa tipologia di rifiuto e, anche quando sono informati, riscontrano difficoltà nel conferimento dovute alla mancanza di contenitori dedicati.

Per questo, nello sviluppo del progetto, gli autori hanno voluto puntare su uno strumento che, utilizzando le dinamiche della gamification, potesse contribuire a incrementare il livello di consapevolezza dei cittadini in merito alla raccolta dei rifiuti di batterie, oltre a incentivarne il corretto conferimento, trasformando così il gesto in un’azione capace di coinvolgere la comunità e creare beneficio per il territorio.

Potrebbe piacerti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da parte di questo sito web.

CeglieOggi – redazione@ceglieoggi.it


Direttore Responsabile ed  Editoriale: Ivano Rolli  

Privacy Policy Cookie Policy

Copyright ©2023 | Km 707 Smart Srls | P.I. 02546150745

Realizzato da MIND