APPROVATO DALLA MAGGIORANZA IL BILANCIO PREVENTIVO 2021, IMU E TARI

 

Concluso l’anno 2020 per il Consiglio Comunale di Ceglie Messapica. Si è tenuta oggi  la terza ed ultima seduta del 2020 del Consiglio Comunale di Ceglie Messapica. L’assise svolta in presenza senza la partecipazione dei cittadini che hanno potuto seguire il Consiglio in streaming, link che è stato possibile raggiungere solo agli utenti di facebook, perchè il link “Consiglio Comunale on line” presente sulla home page del sito istituzionale non è stato raggiungibile dai cittadini e non lo è ancora tutt’ora.  All’inizio del collegamento, avviato in anticipo, i cittadini hanno anche assistito ad un piccolo siparietto.

Clicca qui per rivederlo 

Undici i punti all’O.d.G. tutti approvati dalla maggioranza con l’astensione o il voto contrario dell’opposizione. Dopo la ratifica della delibera di Giunta  di una variazione di bilancio, non votata dall’opposizione, si è passato all’approvazione delle aliquote IMU e delle tariffe TARI, confermate quelle degli anni  precedenti che risultano essere tra le più alte.

Presentati,  poi ritirati, dopo una sospensione di cinque minuti,  due emendamenti dei consiglieri  Giovanni Gianfreda e Pasquale Santoro in merito al regolamento per l’occupazione degli spazi per i venditori ambulanti. Su questo argomento è stato necessario l’intervento anche del Comandante della Polizia Locale come tecnico della materia e in quanto il Comando è chiamato direttamente poi a verificare le autorizzazioni.

Approvato con i soli 11 voti della maggioranza,  il Bilancio di Previsione 2021. Su questo punto i Consiglieri Comunali di opposizione, per primo Pietro Piccoli,   hanno chiesto con forza che la documentazione venga prodotta in  tempi utili.    Il Consigliere Gianfreda ha fatto emergere che non solo i documenti siano stati inviati in ritardo a solo due giorni dal Consiglio Comunale ma come il prospetto dei vari capitoli non corrispondesse con il bilancio accompagnato alla Relazione dei Revisori dei Conti richiamando anche i Consiglieri di maggioranza a leggere le carte e i documenti che si approvano . Chiamato in causa è dovuto intervenire il Responsabile del Servizio finanziario il dott. Zurlo che c’è stato un errore nel file che è stato sia inviato che stampato ai Consiglieri.

Sull’argomento bilancio sono intervenuti anche Giusy Resta che ha evidenziato come non è che tipi di investimenti si intende fare sulle Infrastrutture scolastiche  e Isabella Vitale che ha evidenziato che in un Bilancio  di programmazione non vi è traccia dell’investimento del Comune su una figura che possa impegnarsi nell’intercettare i finanziamenti regionali, nazionali ed europei.

Bocciato dalla maggioranza, con 5 voti a favore e uno astenuto,  un’emendamento di Gianfreda e Pasquale Santoro che chiedevano di istituire un capito di spesa a salvaguardia delle attività produttive come fatto in altri Comuni. Il Sindaco ci ha tenuto a rispondere che l’argomento è già all’attenzione della Giunta, che ha provveduto anche a rinunciare al 15% delle spettanze, per creare un fondo che insieme ad altre risorse serva a progettare qualcosa per il rilancio delle attività.

Sulla questione Infratture Scolastiche Palmisano ha precisato che ci sono già un paio di finanziamenti intercettati che serviranno ad intervenire e progettare opere di risanamento. Anche per quanto riguarda la questione di una figura che svolga il ruolo di progettista il Sindaco ci ha tenuto a precisare che il tutto dipenderà dal fabbisogno della macchina amministrativa.

Ai Consiglieri  Giovanni Argentiero e Mimino Lacala, oltre che al Sindaco chiamato a rispondere per l’Amministrazione, il ruolo di controbattere alle continue puntualizzazioni dell’opposizione e in particolare del Consigliere Giovanni Gianfreda,

La seduta si è chiusa intorno alle 14,00 con l’augurio del Sindaco sia all’assise ma anche a tutti i cittadini di trascorrere un buon fine anno e l’auspicio di un Nuovo Anno che possa portare tanta speranza.

 

Condivi la notizia
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *