ECCO LE LINEE PROGRAMMATICHE PRESENTATE IN CONSIGLIO

Cari Concittadini, Signor Presidente del Consiglio, Signore e Signori Consiglieri, colleghe e colleghi della Giunta,
non vi nascondo la forte emozione, ma anche la grande soddisfazione, di aver avuto la possibilità di giurare come Sindaco della nostra amata Ceglie Messapica.
In ossequio all’ampio consenso ottenuto sia nel primo turno del 20 e 21 settembre e soprattutto nel ballottaggio del 4 e 5 ottobre scorso dai cittadini cegliesi, che ringrazio ancora una volta, mi sento in dovere di ricambiare la fiducia promettendo a tutti un impegno maggiore, una attenzione più forte, una cura più appropriata per quelle che sono le necessità della nostra città, per quelli che sono i bisogni, partendo dalle numerose potenzialità che Ceglie ha già in se, per poter dare un contributo ancora più significativo per la realizzazione di un futuro migliore e sereno per tutti.
In particolare, in questo momento storico così complicato, caratterizzato dall’emergenza Covid – 19 sento tutta la responsabilità, da primo cittadino, di rappresentare un punto di riferimento concreto, certo e responsabile per i miei concittadini. La pandemia, che sta ancora attanagliando gran parte del mondo, ha portato uno sconvolgimento profondo nei rapporti tra le persone, nelle comunità, nel mondo del lavoro e in generale nell’economia. Le limitazioni e le nuove regole a cui periodicamente veniamo sottoposti hanno cambiato le dinamiche relazionali, hanno imposto nuove abitudini ed hanno costretto tutti a rivedere la propria vita alla luce dell’ignoto che ha preso alla sprovvista anche medici e ricercatori. La crisi che stiamo affrontando è complessa e richiede grandi capacità di comprensione, di adattamento e di rapidità di reazione. Nei prossimi mesi tra le priorità ci saranno il sostegno ai cittadini che purtroppo avranno contratto il virus o che sono sottoposti a regime di isolamento fiduciario, il soddisfacimento dei bisogni primari, soprattutto per chi ha visto perdere le certezze economiche, e il superamento delle paure dei cittadini, grandi e piccoli, spesso accompagnate da risvolti anche irrazionali. Affronteremo il cambiamento con creatività e preparazione, con coraggio e determinazione, con il dialogo e la fermezza nel richiamo al rispetto delle norme, al fine di sciogliere la complessità del momento e superare agevolmente questo difficilissimo momento. L’obiettivo primario è dare una risposta ai nuovi bisogni creati dalla pandemia con una dimensione collettiva e sociale nella consapevolezza che questo sia un requisito per far star meglio il singolo individuo che è isolato e in balia di sé stesso.
Le linee essenziali ed i contenuti salienti del programma di governo della città che, a nome della Giunta che mi onoro di presiedere, sottoporrò alla vostra attenzione, al vostro esame ed alla vostra valutazione, sono il frutto di una intensa attività di confronto, avviata già nel corso dei mesi e delle settimane precedenti il voto. Confronto che ha visto partecipi e protagonisti diversi soggetti della società cegliese.
Sono stati mesi di intenso lavoro, nella consapevolezza di adempiere ad uno dei compiti primari dell’amministratore locale: l’ascolto ed il confronto.
L’ascolto delle voci della città, vive e diverse; l’ascolto di quante voci, pur diverse per sensibilità ed intonazione, compongono nel loro insieme quel grande coro che è la città, il vivere insieme, l’operare insieme.
Non è stato tempo perso, né noi abbiamo perso tempo. Dall’attività di confronto messa in atto nel corso di questi mesi sono venuti numerosi suggerimenti, interessanti proposte, indicazioni utili che hanno dato vita al nostro programma, caratterizzato soprattutto da idee concrete e fattibili.
Le tante opere pubbliche realizzate ed i tanti problemi risolti nell’ultimo decennio dall’Amministrazione Caroli ci portano oggi a presentare alla città un programma di governo con una solida base di partenza, con una strada tracciata da dove ripartire per continuare a crescere insieme.
Partiamo da qui per iniziare a costruire la Ceglie dei prossimi anni, con l’ambizione di voler porre le basi di un vero e proprio piano strategico della città per il prossimo quindicennio.
La sinergia fra turismo, cultura, agricoltura, ambiente, territorio, innovazione, diritti e attenzione alle fasce più deboli sarà la chiave di lettura della rinascita e sarà il filo conduttore dei progetti futuri.
Nell’ambito del Consiglio Comunale, al di là dei differenti ruoli e compiti assegnati a ciascuna parte dal voto popolare, la maggioranza e l’opposizione hanno questo primario dovere : non coltivare il proprio particolare ma spendere le proprie energie, la propria passione politica e civile, nell’individuare le migliori soluzioni possibili e praticabili, per risolvere i problemi della città e formulare proposte utili per il suo sviluppo, non scadendo nella schermaglia improduttiva, nella polemica sterile e nello scontro pregiudiziale e preconcetto. Perdere tempo è sempre un male, per l’amministratore della cosa pubblica perder tempo è un delitto. All’opposizione noi non chiediamo né benevolenza né disponibilità ad accomodamenti. L’opposizione faccia l’opposizione, in maniera rigorosa, intransigente, capace di segnalare errori e di proporre valide alternative. Ne avremo pieno rispetto.
A tutti, dunque, consiglieri di opposizione e di maggioranza, auguro allo stesso modo il compimento di un buon lavoro, di un lavoro mosso dalla passione civile, dalla volontà e dalla determinazione di donne e uomini, che, al di là di ogni distinzione politica o di fede religiosa, intendono adempiere con lealtà ed onore al compito cui sono stati chiamati.
Passiamo al programma suddiviso in quattordici macro aree tematiche.

Ceglie è Armonia Sociale…

Metteremo al centro della nostra politica l’armonia sociale; attiveremo il SUF (Sportello Unico per la Famiglia) che punterà a rappresentare il punto unico di interlocuzione dei cittadini per tutte le problematiche, e le relative pratiche e procedimenti amministrativi che attengono alle fragilità delle famiglie. Lo Sportello unico per la famiglia punterà a riunire ed integrare i servizi sociali comunali, i servizi di accesso alle prestazioni e le valutazioni sanitarie coinvolgendo la medicina generale di base, i servizi per l’impiego, gli istituti di formazione ed informazione sulla base della logica di consenso che le “Povertà” ed i “Disagi” per le loro necessarie interconnessioni, non sono e non possono essere trattati a compartimenti stagni. Avvieremo la Consulta per il Sociale, e gli Sportelli dell’Ascolto. Proveremo a cambiare la cultura della standardizzazione del sistema welfare rivolto alla disabilità costruendo al contempo strumenti più duttili e rispondendo puntualmente alle esigenze e ai bisogni delle singole disabilità. Provvederemo al recepimento della convenzione ONU puntando all’emersione del bisogno attraverso la lotta alla segregazione con progetti di vita indipendente, durante e dopo di noi.
Ci impegneremo ad attivare dei processi di pianificazione sull’integrazione sociale parallelamente alla programmazione regionale e slegandoci sempre più dal ruolo di semplice erogatori di servizi e costruendo progettualità coerenti e finanziabili in collaborazione con la Regione e l’Ambito. Saremo impegnati a sollecitare presso gli enti sovra-ordinati il potenziamento dei servizi sanitari di
emergenza, ordinari e territoriali partendo dall’ormai improcrastinabile realizzazione del “Centro Risvegli”. Avvieremo, infine, progetti finalizzati a rendere Ceglie città “Disability Friendly” e “Autism Friendly”.

Ceglie è Bellezza…
Diversi sono gli elementi essenziali di questa area :
• “Città d’Arte e Cultura” (con gli “Stati Generali della Cultura”, il potenziamento e sostegno al concorso artistico “E. Notte”, l’avvio del concorso di poesia dialettale “P. Gatti”, la promozione rassegna letteraria in collaborazione con le principali esperienze già presenti sul territorio pugliese, l’istituzione del presidio del libro, il rilancio del patto della lettura con istituzioni, biblioteca, scuole e librerie, l’impegno per il potenziamento delle biblioteche scolastiche, la valorizzazione dei talenti letterari cegliesi con la realizzazione di una specifica sezione della biblioteca comunale dedicata agli autori cegliesi e pugliesi anche con l’acquisto delle opere da parte dell’ente comunale, l’istituzione di sezioni della biblioteca comunale dedicate alla poesia dialettale e alle tematiche ambientali, la promozione di mostre d’arte di respiro nazionale anche in rete con altri Comuni e l’incremento delle collezioni artistiche, la realizzazione dell’Opera Omnia della Poetessa Rita Santoro Mastantuono”, l’impegno a rendere Ceglie “Città della Poesia” e il lancio del “Festival della Poesia”. Il rilancio dell’adesione “Città che Legge” e al progetto “Borghi della Lettura”, il rilancio del concorso “Food Art Awards” e del “Ceglie Food Camp”, il rinnovo e l’ampliamento della cartellonistica per i beni culturali o di particolare interesse, la promozione rassegne e raduni musicali ed artistici, le rassegne artistiche diffuse in città che renderanno “Ceglie Museo a cielo aperto”, le iniziative per la promozione di un’identità culturale ai quartieri periferici della città, un concorso di idee sulla “Street Art”, l’adesione alla rete delle città creative dell’UNESCO, la ripubblicazione degli atti del Convegno sul Castello e l’eventuale realizzazione di un nuovo convegno, la realizzazione di un Convegno storico sulla Messapia, l’avvio di progetti di saggi e scavi archeologici in aree con vicolo archeologico (anche in collaborazione con privati e/o proprietari di aree interessate), uno studio di fattibilità finalizzato all’istituzione di un parco/giardino archeologico anche con la collaborazione dei possessori di collezioni private, uno studio di fattibilità finalizzato all’istituzione di un parco/giardino delle mura nelle zona dei cento scaloni, la realizzazione della carta archeologica come punto di partenza per i progetti di valorizzazione del patrimonio archeologico diffuso (Specchie, Paretoni, ecc.), il sostegno al concorso letterario MittAffett allo scrittore, il sostegno alla rassegna regionale dei cori UNITRE).
• Il “Sistema Gusto d’Arte” (la Biblioteca “P. Gatti e la Pinacoteca “E. Notte” nel Castello Ducale e il Museo MAAC) e le Grotte di Montevicoli. È intenzione dell’Amministrazione Comunale realizzare un sistema di promozione e gestione con l’istituzione di eventuale ticket unico di visita per Museo, Pinacoteca e Grotte; favorire ampliamento orario delle attività della biblioteca comunale come luogo di aggregazione culturale soprattutto giovanile; avviare la sperimentazione del Progetto “Casa degli Esordi” come trampolino di lancio per i talenti artistici esordienti; istituire un concorso sulla cucina futurista.
• Città del Teatro (con la conferma e il potenziamento delle attività del Teatro Comunale, la conferma della collaborazione con il “Teatro Pubblico Pugliese”, la realizzazione di una stagione teatrale diffusa in città durante il periodo estivo, l’avvio del progetto “Festival del racconto e della Narrazione” e il rilancio del “Balocco Festival”.
• Città della Musica (con la promozione di un nuovo Protocollo d’Intesa tra Comune e Conservatorio di Musica “Tito Schipa”, la promozione di un eventuale Protocollo d’Intesa tra Comune, Conservatorio e Fondazione “Paolo Grassi” organizzatrice dello storico Festival della Valle d’Itria; il sostegno per il potenziamento della storica stagione musicale “Caelium”, il sostegno al cartellone eventi “CegliEstate”e al “Ceglie Summer Festival”, ampliandolo con apposito evento ed un premio dedicato ai giovani musicisti emergenti locali e non in particolare sui generi Indie, Pop, Trap, Rock, ecc., il sostegno al “Ceglie Jazz Open Festival” e ad eventuali altre rassegne musicali di particolare interesse, il sostegno alle attività delle associazioni, gruppi, bande musicali, la realizzazione di iniziative/festival/rassegne ad hoc per la promozione e la valorizzazione della musica in genere.
• Cinema (con il potenziamento della rassegna cinematografica presso l’auditorio comunale e il rilancio del progetto “Festival del CineGusto”).
• Promozione della Città e delle Eccellenze (con l’adesione all’Associazione “Borghi Autentici”, il rilancio dell’adesione all’Associazione “Città delle Grotte”, il potenziamento dei servizi ed orari dell’Info Point, il potenziamento dei servizi turistici generali con servizio in multilingua, la promozione di iniziative dedicate a visitatori e turisti, il recupero del progetto “Angulus Ridet”, il rilancio del “Ceglie Food Festival”, le iniziative di promozione del Biscotto Cegliese “Presidio Slow Food”, lo studio e la riscoperta del folclore e degli antichi miti, la realizzazione di patti di amicizia e gemellaggi tra comuni con affinità culturali e strategiche.
• Decoro Urbano (con il progetto “Giardini Mediterranei”, il rinnovo dell’arredo urbano, lo studio di fattibilità di un progetto per la progressiva eliminazione/interramento dei cavi elettrici nelle zone del centro storico medievale ed ottocentesco in accordo con le aziende fornitrici dei servizi.
• Centro Storico d’Amare (con diverse azioni di tutela, salvaguardia e valorizzazione e la promozione dei concorsi “Borgo Addobbato” e “Centro Storico in Fiore”.

Ceglie è Cantiere Aperto…
L’elemento qualificante di questo punto è, senza dubbio, la riqualificazione del Castello Ducale attraverso l’intercettazione di fondi, comunitari e non, per il recupero ed il consolidamento strutturale della Torre, la realizzazione dell’ampliamento della biblioteca (già in atto con il progetto Community Library) e pinacoteca con l’inserimento di spazi dedicati alla creazione di un “incubatore di Startup” per la progettazione europea su ambiente, innovazione tecnologia, turismo, cultura e artigianato in collaborazione con l’Università del Salento ed il Politecnico di Bari; la realizzazione del progetto “Cantiere-Evento”, iniziativa culturale in collaborazione con la Fondazione “G. Dioguardi” che prevede di sviluppare un’importante azione di comunicazione verso
i cittadini realizzando un’immagine di “cantiere che comunica” e che diventa luogo di eventi urbani di arte, cultura e spettacolo.
Inoltre fondamentale sarà : l’intercettazione di nuovi finanziamenti per Progetti di Rigenerazione Urbana, l’attuazione del progetto per la realizzazione di rotatorie in prossimità di incroci particolarmente pericolosi, la graduale riduzione di strade asfaltate del Centro Storico e della zona Ottocentesca, attraverso il recupero ed il rifacimento delle stesse con basolato tipico, l’attuazione del progetto per il recupero di Via Ancona, con la realizzazione di uno skate park e di un palco stabile per le esibizione di giovani artisti, il progetto per il recupero della piazzetta tra Via Chirulli e Via Greco all’interno del Centro Storico, la realizzazione di area parcheggio nelle aree di proprietà comunale nelle zone adiacenti al centro storico anche attraverso nuove acquisizioni di terreni privati, l’avvio del progetto “Periferie al Centro” con la riqualificazione e la manutenzione delle aree e degli arredi delle piazze periferiche, e l’avvio del progetto di rigenerazione urbana già finanziato.
Ed ancora :
• Pubblica Illuminazione ed uso pubblico (con l’ammodernamento, l’efficientamento e il potenziamento degli impianti attraverso il passaggio a tecnologie innovative oltre che al completamento della pubblica illuminazione nelle zone rurali; il completamento dell’illuminazione artistica dei monumenti).
• Servizi di urbanizzazione primari, ampliamento della rete idrica, fognaria e del gas metano nelle zone rurali.
• Cimitero (con l’individuazione di un’area per la realizzazione di nuove cappelle gentilizie, la realizzazione di nuovi loculi colombari e loculi ossarietti, la realizzazione del piano regolatore cimiteriale per la regolamentazione dei servizi, l’ammodernamento della camera mortuaria e della camera autoptica, la realizzazione di rastrelliere per innaffiatoi e scope, la realizzazione di chioschi per la vendita dei fiori all’esterno del cimitero, l’ammodernamento e rifacimento dell’impianto elettrico cimiteriale, il completamento del rifacimento dei viali interni, la ristrutturazione del complesso dei vecchi colombari, lo studio di fattibilità su un progetto per l’autonomia energetica con tecnologie innovative).
• Ufficio Tecnico Comunale (con il completamento del processo di digitalizzazione ed informatizzazione dell’ufficio tecnico comunale con relativo potenziamento del personale; l’istituzione della consulta permanente dei tecnici).

Ceglie è Diritti e Legalità…
Si prevede la realizzazione del PEBA (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) e progressivo abbattimento delle barriere architettoniche con particolare attenzione alla progettazione universale “Universal Design”, la realizzazione del Piano dell’Accessibilità, l’avvio di progetti di inclusione, l’adesione alla “Rete Nazionale Assessori alla Gentilezza” (già avviata), il rilancio dell’adesione ad “Avviso Pubblico”, l’adesione a “Legalitria” – Festival Nazionale della Legalità, il sostegno alle iniziative per la promozione del Gioco e del Fair Play ed in particolare al Festival dei Giochi, l’impegno a rendere Ceglie città “Family Friendly”, l’avvio di iniziative per rendere Ceglie città “Pet Friendly” anche attraverso il sostegno concreto alle associazioni animaliste impegnate sul territorio nella sensibilizzazione e la promozione delle attività a sostegno degli amici a 4 zampe, la promozione di azioni di sensibilizzazione finalizzate agli affidi temporanei e alle adozioni e alle sterilizzazioni dei randagi, l’istituzione del cane/gatto di quartiere e del cane/gatto scolastico, la realizzazione di un canile sanitario, la realizzazione di un regolamento per la riduzione della tassazione comunale per le attività e i cittadini “Pet-Friendly”.

Ceglie è Donne…
Con la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione verso le aziende per l’ingresso delle donne/madri nel mondo del lavoro, di iniziative a favore dell’imprenditoria femminile, di iniziative a sostegno delle associazioni e organizzazioni che promuovo attività contro la violenza sulle donne; Il potenziamento ed il pieno sostegno alle attività della commissione pari opportunità

Ceglie è Giovani…
Con la realizzazione della Carta Giovani, l’attivazione del Consiglio Comunale dei Giovani, l’istituzione di Borse di studio per diplomati e laureati, la promozione di citybike/bici per i giovani, l’istituzione Bonus Studenti per studenti universitari pendolari, la realizzazione del portale informativo cegliegiovani.it, la realizzazione di aule studio per studenti universitari fuori sede presso il Mac9Cento, la promozione incentivi per startup legate al turismo, all’artigianato locale ed all’innovazione per i giovani dai 18 ai 35 anni e nuove opportunità di lavoro per i giovani riuniti in cooperative o in forma singola attraverso bandi per la gestione della caffetteria del Museo Maac e del Mac9Cento, nonché dei bagni pubblici della città, della Pineta Ulmo, delle ville comunali e del progetto “Officina del Riciclo e del Riuso”.

Ceglie è Green e Sostenibilità…
Anche per questa area è necessario sottolineare diversi punti :
• Città Verde (Qualità dell’Ambiente e Agricoltura) : potenziamento del riciclo, promozione del riuso, riduzione dei rifiuti e promozione “strategia rifiuti zero”, bonus “sostenibilità” e incentivi per attività produttive per favorire la riduzione dei rifiuti, adesione all’Associazione Pastic Free, avvio del progetto “Ceglie Plastic Free” (borracce riutilizzabili per tutti gli studenti della scuola dell’obbligo e nelle strutture comunali), progetto “Acqua di Tutti” attraverso l’installazione di distributori di acqua pubblica in città, nelle scuole e nelle strutture comunali, giornate ecologiche “Naturalmente Ceglie”, adesione all’Associazione “Comuni Virtuosi”, firma del “Manifesto di Assisi”, valorizzazione dei boschi, dei parchi e delle aree verdi attraverso il ripopolamento vegetale
con specie autoctone, progetto “5000 alberi in 10 anni”, progetto “Un albero per ogni bambino nato”, valorizzazione “Foggia Vetere”, “Fogge di Santa’Anna” ed altre aree di interesse naturalistico, piano regolatore del Verde Pubblico; impegno per il PAES (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile), potenziamento delle colonnine per la ricarica di energia elettrica, progetto “Volontari della Bellezza”, regolamento per gli “Ausiliari Ambientali”; recupero dei terreni dismessi o abbandonati finalizzato all’avvio di progetti di interesse pubblico; progetti di agricoltura multifunzionale e partecipata, Rete degli Orti con l’avvio di orti di quartiere e sociali con l’eventuale collaborazione tra pubblico e privato anche in nuove aree della città, rilancio dell’iniziativa di produzione del vino “Terra Meje”, adesione al progetto “Bandiera Verde Cia”, adesione al progetto Spiga Verde di Confagricoltura, realizzazione del Marchio DeCo per i prodotti di qualità, progetto di valorizzazione del mandorlo, del fico e della vite, iniziative a sostegno dei produttori ed agricoltori colpiti dall’emergenza “Xylella”, iniziative di sensibilizzazione all’abbandono delle tecniche di coltivazioni che prevendono l’uso di pesticidi inquinanti a tutela della biodiversità e delle colonie di api, promozione del Green Public Procurement (acquisti verdi nella pubblica amministrazione).
• Città Sostenibile : promozione della mobilità sostenibile cittadina, conferma del riconoscimento Ceglie “Comune Ciclabile” (in corso in questi giorni), rilancio della “Consulta per la Mobilità Sostenibile”, rilancio della “Casa della Lentezza”, rilancio del progetto “Itinerari Lenti nella Murgia
Messapica”, realizzazione del progetto “Strade Scolastiche”, realizzazione di “Strade a 30”, “Strade a 20” e “Strade a 10” in particolare nelle zone maggiormente abitate dell’intero territorio comunale, progetti e percorsi ciclabili/pedonali protetti anche con collegamenti delle zone più periferiche al centro, realizzazione attraversamenti pedonali rialzati ed eventualmente illuminati, installazione archetti parapedonali, Bicipolitana/Bicibus/Pedibus anche con finalità turistiche, studio di fattibilità per i collegamenti tra le differenti zone cittadine e dell’agro con navette o bus elettrici, realizzazione del “PUMS” (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) e relativo piano attuativo “PMCC” (Piano per la Mobilità Ciclistica e Ciclopedonale), adesione all’Osservatorio Pums, Studio di fattibilità e realizzazione del “PUM” (Piano Urbano della Mobilità) e del “Biciplan”, installazione di nuove rastrelliere per le bici, installazione colonnine di riparazione delle bici, studio di fattibilità del progetto “mobike” (Bike sharing libero), iniziativa “Bimbinbici”, progetti scolastici per la promozione della Mobilità Sostenibile, rilancio della settimana della Mobilità Sostenibile, promozione del progetto “Bike to Work Day” per sensibilizzare l’utilizzo della bici per gli spostamenti di lavoro, rilancio della “Domenica Sostenibile” mensile e “Free Car Day”, adesione alle giornate nazionali del Trekking Urbano, adesione al “Manifesto dell’Alleanza per la Mobilità dolce”, Progetto “Bed & Bike” attraverso un’ostello e ciclofficina per cicloamatori presso i locali di Piazza San’Antonio, bonus per l’acquisto di bici elettrica, bike park o “bike box” per il parcheggio delle bici, il tutto concorre a rendere Ceglie città “Bike Friendly”.
• Protezione Civile (realizzazione del nuovo “Piano di Protezione Civile Comunale”, attivazione Info Alert, corsi, iniziative ed eventi formativi di Protezione Civile).

Ceglie è Opportunità…
Con la realizzazione di progetti per il reperimento di finanziamenti europei, nazionale e regionali, il rilancio delle attività in collaborazione con Alma e con le istituzioni scolastiche del territorio nonché il potenziamento delle attività formative legate alla Med Cooking School, abbiamo già avviato una collaborazione con un ente di formazione e una APS per costruire insieme un importante progetto, Universal People – “io come te”, rivolto alla formazione di soggetti diversamente abili, il rilancio del programma “Compriamo a Ceglie”, la promozione del bonus “attrattività” e di incentivi per le attività commerciali, iniziative a sostegno delle attività penalizzate dalla chiusura a causa dell’emergenza Covid, l’avvio del Distretto Urbano del Commercio “DUC”, la regolamentazione delle attività di B&B e ricettive in genere, l’istituzione del Mercatino rionale infrasettimanale nella zona del Palazzetto dello Sport, l’istituzione del “Patentino dell’Ospitalità” – Ceglie Ospitale per attività ricettive e della ristorazione e somministrazione, la riorganizzazione e il sostegno delle attività all’interno del Mercato Coperto, la riduzione progressiva dei tributi.
Ceglie è Partecipazione…
• Città Futura : stati generali di settore finalizzati alla Realizzazione Piano Strategico per Ceglie 2035 (cultura, turismo, ambiente, territorio, sviluppo, welfare, ecc)
• Città delle Associazioni : riduzione ed eventuale esenzione dei costi di utilizzo per i beni comunali per eventi con finalità sociali, culturali, associativi, sostegno per i diversi progetti proposti dalle associazioni; realizzazione della Casa delle Associazioni presso la struttura dell’ex Carcere, riqualificazione e sistemazione dell’Ex Albergo Ferrovia, sede dell’UNITRE, sostegno alle attività dell’UNITRE quale realtà protagonista e polo di aggregazione per larga fascia di popolazione in età adulta ed anziana, riconoscendo il valore sociale, culturale, formativo ed informativo delle diverse attività proposte e realizzate dalla locale sezione dell’Associazione Università delle Tre Età, realtà radicata e diffusa a livello nazionale.
• Città Accogliente : potenziamento Centri Ricreativi esistenti e promozione di nuove attività rivolte alle fasce più deboli della popolazione come anziani e bambini, anche con l’istituzione di ulteriori punti di aggregazione e di ritrovo e la realizzazione di attività mirate.
• Città dei Beni Comuni : realizzazione di regolamenti di gestione dei beni comuni, regolamenti di collaborazione, regolamenti di adozione.
Inoltre si prevede l’Adesione alla “Carta della Partecipazione”, la realizzazione del Bilancio Partecipato, la realizzazione di iniziative di cittadinanza attiva e dello Sportello del Cittadino, il rilancio dell’attività della Consulta delle associazioni e l’avvio delle Consulte di Settore e Tematiche (ad es. consulta commercio ed artigianato, ecc.), la promozione di iniziative di partecipazione dei cittadini a progetti di crown founding territoriali, il progetto “Una Settimana da Assessore”, il progetto “Festa della Cittadinanza” con la consegna della Costituzione ai neo maggiorenni, la promozione del Bonus “Partecipazione” per l’iscrizione e adesione alle realtà associative e aggregative.

Ceglie è Scuola…
Progetto “Scuole Belle e Sicure” con progressiva riqualificazione totale degli istituti scolastici nel giro di 10 anni, mensa scolastica “plastic free” e con prodotti locali di qualità; protocollo d’intesa tra Comune ed Istituto “C. Agostinelli” per le attività della Med Cooking School, per progetti culturali e per i progetti di alternanza Scuola-Lavoro, progetto “Pedibus Scolastico” per incentivare ad accompagnare i bambini a piedi, sostegno alle attività di educazione alimentare con i progetti “Siamo quello che Mangiamo” e “Orti Scolastici”, sostegno alle attività extra-curriculari dei 2 istituti comprensivi cittadini, iniziative di sensibilizzazione per la legalità nelle scuole con la collaborazione delle forze dell’ordine.

Ceglie è Sicurezza e Vivibilità…
Istituzione del tavolo permanente per la sicurezza e vivibilità in collaborazione con le forze dell’ordine e gli istituti di vigilanza privati, istituzione del delegato di quartiere, istituzione dell’operatore di strada per le devianze giovanili, convenzione con gli istituti privati di vigilanza per il controllo del centro storico nei mesi estivi, ampliamento e potenziamento del sistema di videosorveglianza, incremento delle attività di controllo e vigilanza nell’agro, rimodulazione parcheggi a pagamento, individuazione aree ad hoc per il parcheggio riservato ai residenti del centro storico e borgo ottocentesco, completamento numerazione civica nelle zone periferiche, ampliamento dove possibile del progetto Cassette Modulari in collaborazione con Poste Italiane, impegno nel sollecitare presso gli enti sovra-ordinati un potenziamento dei servizi di trasporto intercomunale sia per i turisti che per i pendolari al fine di migliorare lo spostamento tra i comuni della valle d’Itria e non solo, da e verso le stazioni ferroviarie e gli aeroporti.

Ceglie è Smart…
Completamento del processo di digitalizzazione della macchina amministrativa e di tutti i servizi al cittadino nonché contatti e posta di sindaco, giunta consiglieri comunali, avvio del processo di giunta digitale, installazione di nuove panchine intelligenti, wifi pubblico diffuso, installazione di piastrelle smart che producono energia, realizzazione dell’app istituzionale del comune, rinnovo sito internet istituzionale e turistico, installazione bacheche informative e totem intelligenti, periodico di informazione, rilancio strumenti di comunicazione social del Comune, installazione progressiva di
impianti semaforici intelligenti con display che indica il tempo di attesa di ogni stato semaforico.

Ceglie è Sport…
Valorizzazione delle attività sportive, sostegno alle associazioni sportive garantendo gli spazi opportuni per lo svolgimento delle attività, giornata “Open Day dello Sport” all’avvio delle attività sportive annuali, giornata “Festa dello Sport e dell’Associazionismo”, progetto “Ceglie in Piscina” attraverso incentivi ed attività in collaborazione delle strutture nei comuni vicini per facilitare la pratica del nuovo in piscina, realizzazione all’interno della Villa Centopini di un terzo campo da tennis per gli allenamenti di mini tennis e per il gioco del Padel, nonché la rimodulazione degli spazi per la creazione di una Club House e spazi adibiti all’allenamento, Bonus benessere per i cittadini che desiderano intraprendere attività sportiva, consolidamento del rapporto di collaborazione con la FIGC per l’attività di formazione tecnico sportivo di giovani calciatori e calciatrici del Centro Federale Territoriale presso il campo sportivo comunale “Giovanni Stoppa”,
completamento degli spalti e realizzazione della pista di atletica per il campo sportivo comunale “Giovanni Stoppa”, realizzazione di un campo da bocce e di altri impianti sportivi nella zona D1

Ceglie è Valle d’Itria…
Riguardo all’ultimo punto del programma confermeremo il nostro impegno per una sempre maggiore integrazione tra i comuni della Valle d’Itria; promuoveremo rilancio del Protocollo d’Intesa tra i Comuni della valle, finalizzato anche alla creazione di infrastrutture integrate pubblico/private per la fruizione e gli spostamenti tra i Comuni e al rilancio del programma unitario degli eventi e delle altre attività di promozione, convinti che il nostro orizzonte non può prescindere da una collaborazione rafforzata con i Comuni vicini che condividono con noi il patrimonio umano, culturale, territoriale e gli usi e costumi tradizionali.

Conclusioni
Il confronto avviato nei mesi scorsi nella società cegliese ora si sposta nella sede istituzionale competente, il Consiglio Comunale. E in questa sede noi chiediamo ulteriori suggerimenti, ulteriori indicazioni, ulteriori proposte ed opinioni critiche, sia dai banchi della opposizione così come dai banchi della maggioranza.
Sono convinto che noi tutti insieme ci sforzeremo di servire la città nel migliore dei modi, attenti soprattutto ad ascoltare l’anima ed il cuore dei cegliesi, in particolare di coloro che soffrono o che vivono qualsiasi tipologia di disagio.
Il mio pensiero, in questo delicato e difficile momento, va innanzi tutto alle famiglie che stanno vivendo enormi disagi e sopportando il gravoso peso di scelte obbligate per il contenimento della pandemia, ai tanti disoccupati, giovani e meno giovani, che vedono amplificate le difficoltà per trovare risposte alla loro difficile situazione, alle piccole imprese e alle attività messe in ginocchio dalle necessarie limitazioni impartite dal governo.
Dobbiamo saper dare risposte concrete e infondere, nel contempo, alle giovani generazioni, nuova fiducia e speranza. Dobbiamo saper guardare al futuro con la consapevolezza che nessun cegliese dovrà restare indietro.
La città ed i cittadini cegliesi hanno grandi risorse e potenzialità. Sta anche a noi saperle ben indirizzare, contribuire a che siano messe a frutto in un processo virtuoso di azioni concrete sorrette dal buon esempio e dal giusto orgoglio della nostra identità cegliese. Sta a noi adempiere al nostro compito con disciplina e onore.
Buon lavoro a tutti ed a ciascuno di voi.
Vi ringrazio.

Condivi la notizia
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *