Riscaldamento nelle scuole. Intervento del Cosigliere Provinciale Antonio Miglietta

Nostro malgrado, riscontriamo che a tutt’oggi gli impianti di riscaldamento nelle scuole della provincia sono spenti e non funzionanti!!
È vergognosa e irrispettosa la situazione creatasi con i nostri studenti, le loro famiglie e tutto il personale docente e non docente!!!
Malgrado la pausa Natalizia e i vari solleciti indirizzati nelle settimane scorse settimane agli uffici Tecnici e al Presidente della Provincia, gli studenti al rientro dello loro vacanze Natalizie, sono costretti a disertare le scuole per evitare di compromettere il loro stato di salute e scendere nelle piazze manifestando il loro disappunto e disagio.
Il Presidente Rossi, aveva assicurato prima della fine dell’anno, la manutenzione necessaria per il ripristino degli impianti e la relativa accensione, ma è doveroso sottolineare che a metà Gennaio, non possono esserci scusanti o attenuanti per un servizio che nel nostro territorio, è previsto l’avviamento già dal 15 Novembre.
Purtroppo quello del riscaldamento non è l’unico disagio, infatti, approfittiamo per ribadire e sottolineare lo stato in cui versano le nostre scuole dal punto di vista strutturale, della manutenzione, delle aule, delle palestre e della pulizia dei piazzali, constatando una sorte di immobilismo generale non giustificato dalla solita mancanza di economie dell’ente come negli scorsi anni, ma da una superficiale gestione della cosa pubblica, generando una situazione che è sotto gli occhi di tutti.
Chiediamo, pertanto, che il Presidente Rossi, con la sua amministrazione Provinciale, prenda atto dei disagi che stanno caratterizzando le nostre scuole e s’impegni fin da subito ad attivare immediati interventi risolutivi per garantire ai nostri studenti una situazione più decorosa e dignitosa fino alla fine dell’anno scolastico.

Antonio Miglietta
Capo Gruppo Consiglio Provinciale _Forza Italia

Condivi la notizia
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *