Celebrati presso il Parlamento Europeo di Strasburgo i 30 anni di Euroscola. Relatore Ufficiale il Prof. Silvano Marseglia, Presidente Europeo dell’AEDE

Con una suggestiva cerimonia, svoltasi l’11 aprile, nell’emiciclo del Parlamento Europeo a Strasburgo, sono stati celebrati i trent’anni dell’attivazione del progetto Euroscola. Questo Progetto si caratterizza come una prestigiosa attività dedicata agli studenti per consentire loro di conoscere da vicino il ruolo del Parlamento Europeo.
Esso ha permesso, in trent’anni, a centinaia di migliaia di studenti, provenienti da tutti gli Stati dell’Unione Europea, di trascorrere una giornata, densa di emozioni, all’interno dell’emiciclo, ricoprendo il ruolo di deputati europei ed affrontando temi cruciali per il futuro dell’Europa.
La manifestazione è stata coordinata da Luis Martinez Guillen, Direttore del Parlamento Europeo ed ah avuto come relatore ufficiale il Prof. Silvano MARSEGLIA, Presidente Europeo dell’AEDE.
Il Prof. Silvano Marseglia, rivolgendosi alle diverse centinaia di Alunni provenienti da tutta Europa, che gremivano l’emiciclo del Parlamento Europeo, ha portato il saluto della Scuola Europea ed ha sottolineato l’importanza che riveste la scuola nel formare i cittadini europei.
“La casa europea – ha detto ilo prof. Marseglia- non può essere costruita in maniera adeguata se non viene costruita nell’anima stessa dell’uomo europeo. Essa non può esistere se non è e non si sente europeo colui che la abita”.
Il Prof. Marseglia ha, pertanto, esortato a viva voce i giovani che gremivano l’emiciclo ad impegnarsi per costruire questa casa europea. Egli ha ribadito più volte che nessuno può e deve rinunciare a fare la propria parte, nella scuola e nella società.
L’Europa – ha ribadito il prof. Marseglia – è una idea che deve diventare un sentimento. E’ necessario recuperare l’orgoglio di essere europei.
In conclusione il Prof. Silvano Marseglia ha consegnato in dono al Direttore del Parlamento Europeo, Dott. Luis Martinez, il logo dell’AEDE riprodotto su cristallo.

Condivi la notizia
  • 11
    Shares
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *