Individuata un area per il Canile sanitario a Ceglie Messapica

Dal 2015 sono state diverse le iniziative portate avanti
dall’Amministrazione Comunale contro il randagismo, con interventi di
sterilizzazione, sensibilizzazione nelle scuole ed azioni concrete
realizzate con l’aiuto di volontarie e volontari che accompagnano
l’Amministrazione nel salvaguardare ed accudire gli animali randagi.
Il nostro Comune, così come altri Comuni limitrofi, non sono dotati di
strutture idonee ad accogliere i randagi che si trovano sul territorio.
Pertanto l’Amministrazione Comunale ha già aderito da tempo al progetto
del Canile rifugio intercomunale dell’Alto Salento, approvando uno
schema di protocollo d’intesa.
Il fenomeno randagismo è un problema che coinvolge anche
l’Amministrazione e grava anche sul bilancio comunale. Pertanto la
Giunta Comunale, con atto di indirizzo, Delibera di Giunta del
10/04/2019, ha individuato un’area idonea, ex depuratore di via
Francavilla, e demandato all’Area Lavori Pubblici gli adempimenti
necessari per la realizzazione dell’opera pubblica, canile sanitario del
Comune di Ceglie Messapica, al fine di ottemperare all’emergenza ed
agevolare in maniera importante la soluzione del problema.
E’ stato un percorso arduo. Entro il 2019 la città sarà dotata
finalmente di un canile sanitario, così come entro il 2020 avrà un
canile rifugio, che sarà costruito nel Comune di San Vito dei Normanni,
progetto canile rifugio intercomunale, su un terreno confiscato alla
mafia.

Ceglie Messapica, 11 aprile 2019

L’Assessore alla Tutela degli Animali ed al Randagismo Grazia Santoro
Il Sindaco Luigi Caroli

Condivi la notizia
  • 82
    Shares
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *