Scarafilo-Caroli, interviene il Consiglio d’Istituto del Primo Comprensivo di Ceglie Messapica e chiede rispetto

La Dirigente e il Consiglio d’Istituto del Primo Comprensivo di Ceglie Messapica scrivono una lettera aperta al Sindaco Caroli perchè riveda le sue dichiarazioni esternate su Agata Scarafilo nello scorso Consiglio Comunale.

Ecco il testo:

Relativamente ai fatti accaduti il 12-02-2019 nel Consiglio Comunale di Ceglie Messapica e diffusi a mezzo video dall’emittente televisiva “Video M Italia” di Rocco Monaco e riportati a mezzo stampa dal “Nuovo Quotidiano di Puglia” (articolo del 14/02/2019 a firma della giornalista Maria Gioia), la Dirigente Scolastica Rosetta Carlino e l’intero Consiglio d’Istituto del Primo Istituto Comprensivo, costituito da docenti, personale ATA e genitori, estrinsecano la loro solidarietà, prendendo le distanze dalle accuse ed offese effettuate pubblicamente da parte del sindaco Luigi Caroli, nei confronti del Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi (DSGA) di questa Scuola, profilo ricoperto dalla dott.ssa Agata Scarafilo.
Il sindaco Caroli ha accusato pubblicamente il Direttore Scarafilo di aver: “avuto la volontà ben precisa di creare sommosse popolari, perché quotidianamente ci sono state richieste che portavano a situazioni di criticità, che in realtà non c’erano”.
Relativamente a questa affermazione si precisa che agli atti di questa Scuola risulta che tutte le comunicazioni che sono state effettuate o a firma della Dirigente Carlino o, in sua assenza, a firma della Direttore Scarafilo derivano da reali criticità riscontrate e confermate dai tecnici del Comune e, non a caso, in molte occasioni, talvolta con celerità ed altre volte programmando i lavori (alcuni dei quali si è ancora in attesa di risoluzione), l’Ente comunale ha anche ottemperato a rimuovere situazioni negative legate agli ambienti scolastici con il solo intento di risolvere i problemi e preservare la sicurezza e l’incolumità degli alunni e del personale della scuola.
Inoltre, la Dirigente Scolastica e il Consiglio d’Istituto di questo Primo Istituto Comprensivo affermano che rispetto ad alcune note e segnalazioni dai toni accessi pervenute a questa Scuola da parte dei genitori e dall’utenza, l’atteggiamento della dott.ssa Scarafilo, in linea con un modus operandi di questa Scuola, è stato sempre quello di prodigarsi nel trovare delle soluzioni atte a garantire il prosieguo delle attività scolastiche e didattiche. Oltre ad essersi sempre mostrata pronta a collaborare rendendosi disponibile, quando è stato necessario, anche nei giorni di chiusura della scuola e fuori orario di servizio.
Relativamente all’offesa estrinsecata dal sindaco Caroli al Direttore Scarafilo che la definisce una semplice “impiegata”, si evidenzia che il DSGA è una figura direttiva ed apicale all’interno della Scuola. Il DSGA, intermini di sicurezza, è un “preposto di fatto” ed ha titolo, d’intesa con il Dirigente Scolastico, a segnalare o a trasmettere eventuali comunicazioni afferente la sicurezza di cose e persone di questa Scuola. Inoltre, è il appena il caso di precisare che il DSGA ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativi, contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna, oltre allo svolgimento di attività di ufficiale rogante nella stipula degli atti che richiedono la forma pubblica.

Tanto si è voluto congiuntamente chiarire al fine di invitare il Sindaco Luigi Caroli a rivedere la sua posizione nei confronti una figura professionale ricoperta in questa scuola dalla dott.ssa Agata Scarafilo, della quale il Dirigente Scolastico e l’intero Consiglio d’Istituto estrinsecano tutta la loro stima e gratitudine per l’impegno e la correttezza nell’agire professionale.

Condivi la notizia
  • 196
    Shares
administrator

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *