Con “La Piazza… la politica dopo le ferie”, Ceglie Messapica, centro collinare tra la Valle d’Itria e l’Alto Salento in provincia di Brindisi, si appresta a diventare, per un intero weekend, l’ombelico della politica nazionale con la presenza di alcuni tra i principali esponenti del governo targato Lega e 5 Stelle, del Parlamento e dei più rappresentativi partiti italiani.

L’evento, che si terrà ogni sera in piazza Ognissanti, a partire dalle ore 19:30, da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dal sindaco Luigi Caroli e dal consigliere comunale Angelo Maria Perrino: organizzatore e conduttore della manifestazione.

Ogni serata avrà un suo tema di discussione e approfondimento. E ogni tema avrà i suoi protagonisti. Per conoscere in diretta e dal vivo ciò che il Paese deve attendersi sulla soglia di un autunno che si prospetta sul fronte politico tanto rovente, quanto l’estate che si lascia alle spalle.

Nel corso dell’incontro con gli operatori dell’informazione, il sindaco Caroli e il direttore di Affaritaliani.it Perrino hanno illustrato i dettagli di questa prima edizione, rivelando nomi e protagonisti dei partecipanti.

Ad aprire le danze, venerdì 31 agosto, sarà la minoranza, chiamata a confrontarsi sul tema “C’è chi dice no: la parola all’opposizione”. 

Sul palco siederanno l’onorevole Francesco Boccia (Pd), componente della Commissione Bilancio della Camera; il senatore Antonio Misiani, ex responsabile amministrativo del Pd e custode del forziere democratico e oggi capogruppo Pd in Commissione Bilancio al Senato; l’onorevole Ettore Rosato (Pd), padre della legge elettorale che porta latinizzato il suo nome (“Rosatellum”), vicepresidente della Camera dei Deputati; il senatore Dario Stefano (Movimento La Puglia in Più), presidente Giunta per le Elezioni nel corso della diciassettesima Legislatura; il coordinatore nazionale di Fratelli d’Italia Guido Crosetto; il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio, leader de “L’Italia in Comune”.

Sabato primo settembre la manifestazione punterà i fari sull’altro versante della barricata, quello dell’esecutivo guidato dal premier Giuseppe Conte, con il tema “Il Governo fa 90 (giorni). Luci e ombre del cambiamento auspicato”. Al centro del dibattito: i primi tre mesi alla guida del Paese dell’inedito asse Lega – Movimento 5 Stelle. Accanto al conduttore Angelo Maria Perrino siederanno e interverranno la senatrice pentastellata Barbara Lezzi, Ministro per il Sud; il vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera Gianfranco Rotondi e il coordinatore regionale del partito fondato da Silvio Berlusconi, Luigi Vitali.

La chiusura della prima edizione della “Piazza… la politica dopo le ferie”, domenica 2 settembre, spetterà ad altri due pezzi da 90 del palcoscenico politico nazionale: il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, e il senatore leghista Armando Siri: sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e soprattutto conosciuto come il padre della flat tax. Con loro il direttore Perrino spazierà dai temi caldi della politica a quelli dell’economia, portando sul tavolo della discussione il tema: Dalla “Rottamazione” a “Prima gli italiani”, dal Jobs Act alla Flat Tax: Verso un autunno caldo?

“Vogliamo riportare la politica in una piazza reale uscendo da quelle virtuali di Facebook e Twitter”, dice Perrino. “E vogliamo fare di questa manifestazione post feriale, che, nonostante il noviziato ha già ottenuto ottimi riscontri e che speriamo di ripetere tutti gli anni, un classico della vita politica nazionale e un’occasione di visibilità per la Puglia e per tutto il nostro Sud”.

Per il sindaco Luigi Caroli “l’appuntamento, magistralmente organizzato da Angelo Perrino, può senza dubbio ambire a diventare un appuntamento fisso della politica nazionale, alla vigilia della ripresa dell’attività parlamentare. Da parte mia va il più sincero ringraziamento al direttore Perrino e a tutti i politici che hanno accettato di partecipare all’evento, per confrontarsi su temi che toccano la carne viva del quotidiano di ognuno di noi. Una grande occasione di confronto e democrazia che sono certo sarà apprezzata dagli stessi protagonisti e dal pubblico, e che mi auguro sia da tutti vissuta per quella che è: un momento di libertà, di dibattito e di partecipazione”.

Condividi la notizia
  • 34
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    34
    Shares