Anche questa edizione 2018 prevede tre giorni di festa con degustazioni del prodotto principe a cura dei produttori dell’Associazione “Fico Mandorlato”, ed un omaggio speciale per il Prof. Lorenzo Caiolo, grande sostenitore dell’iniziativa in tutti questi anni. Ed ancora convegni, concorsi enologici, concerti musicali, eventi culturali e sportivi, la mostra pomologica con la Piazza FicusNet e la Via della biodiversità a cura dell’Associazione “Passo di Terra”.

L’anteprima del Festival è riservata allo scrittore Paolo Giordano che, venerdì 24 alle ore 19:30, nella piazzetta in via Sac. Pietro Galetta (Oratorio Parrocchiale) presenterà l’ultimo romanzo “Divorare il cielo” (Eiunaudi).
Il taglio del nastro della 17^ edizione è previsto nella stessa serata di venerdì 24 alle ore 20:30 con la Rassegna Enologica “VinubusTerrae Bianchi, Rosati, Rossi e dolci di Puglia” a cura di AIS Brindisi che, per tutta la durata del festival, darà l’opportunità ai visitatori di degustare, all’interno del Wine Bar, i migliori vini regionali. 

Per la 10^ edizione, infatti, si insedierà la Commissione del Concorso “I migliori vini dolci di Puglia incontrano il Fico Mandorlato” che, nella serata di sabato 25 agosto premierà la Cantina vincitrice.

Dalle ore 21:15, invece, nelle Piazze e nelle vie centrali di San Michele Salentino, risuoneranno le note di pianisti di fama internazionale: Mario Rosini, Carla Petrachi e Francesco Castellano. 


Sabato 25 agosto, alle ore 20, le delegazioni dei Comuni gemellati con San Michele Salentino, parteciperanno al Convegno voluto fortemente dal Presidio Slow Food, nell’ottica della cooperazione, valorizzazione e promozione del prodotto che li accomuna: il fico. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Nicla Pastore.

Dalle ore 21:30, i ritmi balcanici ed orientali misti a quelli del Salento, faranno ballare Piazza Marconi, grazie alla BandAdriatica, una ciurma di otto musicisti pugliesi che vantano

collaborazioni con artist del calibro di Bombino, Mercan Dede, Rony Barrak, Savina Yannatou, Chieftains, Burhan Ochal, Kocani Orkestar, Boban Markovic Orchestra, Fanfara Tirana, Eva Quartet e Cafer Naziblas.


Domenica 26 agosto, per la 5^ edizione, torna il Trofeo “Fico Mandorlato” per la Gara Podistica organizzata dall’Associazione Runners San Michele Salentino. La partenza è prevista per le ore 18:30 nei pressi della Villa Comunale dove  la gara si concluderà intorno alle ore 20. La premiazione dei vincitori avrà una cornice olimpica. Infatti, il tedoforo ostunese Vittorio Brandi ( Olimpiadi di Londra 2012 e Giochi olimpici invernali in Corea del Sud) percorrerà le vie del centro cittadino con la torcia olimpica fino ad arrivare in Piazza Marconi per la cerimonia di chiusura della gara sportiva. 

La 17^ edizione non può che concludersi, come da tradizione, con le noti travolgenti di mandolini, zampogne e fisarmoniche del gruppo Taricata, per il concerto “Lorenzo&Friends” dedicato al prof. Lorenzo Caiolo, scomparso quattro mesi fa che, con entusiasmo e spirito vitale, ha sempre sostenuto questa iniziativa. Proprio per questo,  l’organizzazione, ha voluto, in occasione del Festival, dedicare alla sua memoria e come ringraziamento, il Premio “Fico Mandorlato”, che sarà consegnato alla Famiglia. A condurre questo momento emozionante la giornalista Silvia Di Dio. 

Al termine del concerto saranno estratti i premi vincenti della Lotteria della Festa Patronale di San Michele Arcangelo.


La manifestazione, promossa dal Comune di San Michele Salentino ed organizzata dall’APS Hortus Puglia, è patrocinata dalla Presidenza della Giunta della Regione Puglia, Provincia di Brindisi e Camera di Commercio di Brindisi e si avvale della preziosa collaborazione di AIS Brindisi, GAL Alto Salento, Associazione Produttori Fico Mandorlato, Rete FicusNet, Consorzio Produttori Vini e Mosti Rossi di Manduria.


Il Fico Mandorlato di San Michele Salentino, dal 2012, è presidio Slow Food, un riconoscimento prestigioso per l’intera comunità che premia l’impegno e la tenacia dei produttori. A rendere unico il fico mandorlato di San Michele Salentino è la sapiente tecnica con cui ancora oggi viene essiccato e “accoppiato” il fico della varietà ‘Dottato’: una lavorazione rimasta in larga parte simile a quella usata in epoca romana. 


Informazioni:

www.ficomandorlato.it

www.facebook.com/pg/ficomandorlato

Condividi la notizia
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares